Alcuni casi in cui ti sarò utile con l'applicazione di una LAC

Lenti morbide, semirigide (rigide gas permeabili), ibride, progressive, semisclerali ed estetiche

Cheratocono

Post cheratoplastica

Irregolarità corneali

Astigmatismo residuo in IOL Torica

Pediatria

Afachia

Strabismo

Anisometropie ed antimetropie

Porto prolungato

Nistagmo

Fotofobia

Multifocale progressive

Nello sport

La consulenza contattologica, successiva alla visita oculistica, mi consente di individuare la lente a contatto più idonea.

Il primo appuntamento:

Vengono copiati e trascritti dati anagrafici ed anamnestici, viene trascritta l’ultima prescrizione e trovato il BCVA ottimizzato per LAC, successivamente vengono misurati i K ed i diametri  corneali.

Viene provata una lente prova per valutare “l’appoggio” corneale , il movimento ed i diametri.

Viene raffinato il potere diottrico per lente a contatto.

Il paziente verrà informato ed addestrato all’uso ed alla manutenzione della lente a contatto.

Il paziente verrà inviato dal proprio ottico di fiducia per l’ordine della lente a contatto.

Il secondo appuntamento:

A seconda del tipo di lente sarà consigliato un controllo entro un preciso arco temporale, questo, per verificare la corretta gestione e la conformità del prodotto acquistato.

Adesso il paziente verrà indirizzato verso lo specialista curante.