Numerose caratteristiche chimico fisiche contraddistinguono e classificano una vasta gamma di lenti a contatto morbide. La scelta di polimeri personalizzati e scelti per ogni portatore riduce sensibilmente il discomfort, sensazione di corpo estraneo e secchezza oculare quando la lente è applicata.
L’innovazione delle caratteristiche delle lenti a contatto tende a aumentare sensibilmente l’apporto di ossigeno in cornea durante l’utilizzo, riducendo il fenomeno di ipossia che è causa di numerose alterazioni e talvolta infezioni oculari.
Le lenti a contatto sono progettate per numerosi difetti rifrattivi anche combinati quali miopia, ipermetropia, astigmatismo e presbiopia, customizzate e costituite da materiali per un uso da giornaliere, settimanali, mensili, trimestrali, semestrali ed annuali.